Condizioni generali

 In confermità con le disposizioni della Legge della intermediazione immobiliare, Classe: 001-01 / 07-01 / 128, n. Reg. 001-01 / 07, datata 2 novembre 2007 "Experience Real Estate" j.d.o.o. - Agenzia immobiliare - Farini 1, Višnjan 52463, OIB: 48625067544, dichiara con la presente:

CONDIZIONI COMMERCIALI GENERALI

Introduzione

Le Condizioni commerciali generali regolano il rapporto commerciale tra "Experience Real Estate" j.d.o.o. - Agenzia immobiliare (nel testo che segue: Mediatore) e le persone fisiche o giuridiche (nel testo che segue: Mandante), che entra in un rapporto contrattuale di mediazione immobiliare.

Stipulando il Contratto di mediazione, il Mandante conferma di essere a conoscenza e accetta le disposizioni delle presenti Condizioni commerciali.

Il Mediatore è l'agenzia immobiliare "Experience Real Estate" j.d.o.o., Farini 1, Višnjan 52463, OIB: 48625067544.
L'intermediazione immobiliare sono azioni intraprese dal Mediatore per quanto riguarda il collegamento del Mandante e terzi, nonché le trattative e i preparativi per la conclusione di affari legali, che sono oggetto i immobili specifici per la vendita, l'acquisto, la sostituzione, l'affitto, la locazione e l'altro.
La proprietà è una particella, insieme a tutto ciò che è permanentemente collegato alla terra o al di sotto di essa, in conformità con le disposizioni dei regolamenti generali sulle proprietà e altre leggi sulla proprietà reale.
Il Mandante è una persona fisica o giuridica che stipula un contratto di intermediazione (venditore, acquirente, locatore, locatario, affitore, affittuario, cosi come altri possibili partecipanti nel setore immobiliare).
La terza persona è la persona che il Mediatore tenta di collegare col Mandante allo scopo di negoziare per la conclusione di affari legali per i quali è soggetta la proprietà immobiliare.
La commissione intermediaria è l'importo che il Mandante è tenuto a pagare al Mediatore per i servizi di mediazione.

1. L'offerta

L'offerta del Mediatore agenzia immobiliare "Experience Real Estate" j.d.o.o. si basa sui dati che riceviamo in forma scritta e orale, e sono condizionati dalla conferma. Manteniamo la possibilità di errori / sbagli nelle descrizioni e i prezzi dei immobili che possono sorgere a causa di dati errati o cambiamenti nelle condizioni di vendita non consegnati per iscritto, e la possibilità che la proprietà dichiarata sia già stata venduta (o affittata) o che il proprietario abbia interrotto la vendita (o l'affitto / locazione).
Le nostre offerte e avvisi il destinatario (Mandante) deve tenere come segreto commerciale, e possono essere consegnati a terzi solo con il nostro consenso scritto. Se il destinatario della nostra offerta è già a conoschenza con la proprietà offerta, è obbligato a informarci senza indugio.

2. I prezzi degli immobili

I prezzi degli immobili sono indicati in euro, e sono pagabili in kune.

3. Contratto di mediazione

Il contratto di mediazione si stipula tra il Mediatore e il Mandante.
Con il contratto di mediazione il Mediatore si obbliga a mettere in relazione con il Mandante terzi che tratteranno e stipuleranno il contratto di compravendita, e il Mandante si obbliga a pagare una quota definita per l´attività di mediazione se la compravendita verrà stipulata.
Il contratto di intermediazione deve contenere informazioni veritiere e accurate sulla proprietà in questione.
Nella vendita di beni immobili in comproprietà di più persone, è richiesto il consenso scritto di tutti i comproprietari per la vendita di beni immobili, sotto forma di accettazione del contratto di mediazione.

4. La mediazione esclusiva

Con il contratto di mediazione, il Mandante si può obbligare di non impegnare alcun altro intermediario per l'attività mediata, che deve essere espressamente contratta.
Se durante la durata del contratto di mediazione esclusivo il Mandatore ha effettuato senza il Mediatore un accordo legale con un altro mediatore, egli deve pagare al Mediatore i costi effettivi sostenuti durante la mediazione. Se l'importo della commissione di intermediazione non viene contratta, questi costi non possono essere più alti della commissione di intermediazione per il lavoro mediato.
Al momento della stipula di un contratto di mediazione esclusivo, il Mediatore deve in particolare avvertire il Mandatore dell'importanza e delle conseguenze legali di tale clausola.

5. Obblighi del Mediatore

Nella mediazione in vendita, acquisto, affitto, locazione, il Mediatore si impegna a fare quanto segue:
stipulare un contratto di mediazione con il Mandante in forma scritta (contratto di mediazione standard o esclusivo),
cercare di trovare e trarre in contatto con il Mandante terzi al fine di concludere il lavoro mediato,
informare il Mandatore con il prezzo medio di mercato di immobili simili,
eseguire l´esame dei documenti con i quali si verifica e accerta la proprietà o altri diritti del bene immobile e avvertire il Mandante di visibili mancanze e possibili rischi in relazione ai documenti in disordine del bene immobile nel libro tavolare, iscritti i diritti effettivi di proprietà o altri diritti di terzi sul bene immobile, conseguenze legali per il mancato addempimento agli obblighi verso terzi, mancanza di documenti per il permesso di costruzione e occupazione, circostanze passive dell 'obbligo di applicare i diritti di prelazione e limitazione nel sistema giuridico,
informare il Mandatore di tutti gli obblighi legali, fiscali e di altro tipo derivanti dalla transazione legale riguardante la proprietà in questione,
eseguire apposite attività per presentare il bene immobile sul mercato, pubblicizzare il bene immobile in modo come corrisponde, e svolgere tutte le altre attività concordate dal contratto di mediazione che vanno oltre la solita presentazione, e perché ha diritto a costi speciali pre-dichiarati,
consentire la visita dei immobili,
fare da mediatore nelle trattative e realizzare la stipulazione del contratto,
se l´oggetto del contratto e un pezzo di terra, controllare ed accertarsi a che scopo serva il terreno in conformità con le norme applicabili sulla pianificazione territoriale relativa al terreno,
informare il Mandante su tutte le circostanze che vengono ritenute importanti per realizzare la vendita o per le quali deve essere e venire a conoscenza,
mantenere segreti i dati personali del Mandante e secondo il segreto professionale e su apposita richiesta scritta del Mandante, mantenere segreti i dati del bene immobile per il quale esegue la mediazione,
o correlati con questa proprietà o l'attività per la quale esegue la mediazione. Non si ritiene che il dovere di riservatezza sia stato violato, se le informazioni per la protezione il Mediatore divulga alle persone con le quali tenta a trarre in contatto il Mandante, ed è stato necessario per il Mediatore di adempiere ai propri obblighi in base al contratto di mediazione concluso con il Mandante,
organizzazione e coordinamento dei appuntamenti con il studio legale o studio notarile in relazione alla realizzazione di un contratto di compravendita,
partecipare alla conclusione di un'operazione legale (pre-contratto e / o contratto), al momento della verifica della firma in ufficio notarile,
mediare e partecipare alla consegna di beni immobili e compilare l´atto di consegna,
a nome del Mandante (in base alla delega del Mandante), consegnare la documentazione necessaria per trasferire tutte le utenze dal Venditore all'Acquirente,
a nome del Mandante (in base alla delega del Mandante) consegnare la documentazione necessaria per la richiesta di tasse presso l'amministrazione fiscale competente.

Si ritiene che il Mediatore abbia consentito al Mandante di entrare in relazione con una terza persona (fisica o giuridica) con la quale ha contrattaro per la conclusione di una transazione legale, e in particolare se:
ha portato direttamente o ha riferito al Mandante di visitare la proprietà in questione,
organizzato un incontro tra il Mandante e la terza parte per contrattare per la conclusione di un accordo legale,
ha comunicato al Mandante il nome, il numero di telefono, il numero di fax, l'e-mail di una terza parte autorizzata a concludere un accordo legale o la informarto dell'esatta posizione del immobile.

6. Obblighi del Mandante

Con il contratto di intermediazione immobiliare il Mandante si impegna a fare quanto segue in particolare:
informare il Mediatore su tutte le questioni ritenute importanti per la mediazione e dare i dati esatti del bene immobile, e se ne è in possesso dare a visione il permesso di posizionamento, costruzione e abitabilità del bene immobile che è oggetto del contratto e mettere a disposizione del mediatore le prove su adempimento degli obblighi verso terzi,
dare a visione al Mediatore tutti i documenti che dimostrano la proprietà del bene immobile, e altri diritti di proprietà che è l'oggetto del contratto, e informare il Mediatore sulla registrazione o non registrazione di altre cose gravanti sul bene immobile,
assicurare al Mediatore e a terzi la visita del bene immobile,
informare il Mediatore di tutte le cose e su tutti i dati rilevanti del bene immobile, specialmente sul prezzo e sulla descizione del bene immobile,
concludendo un mediato affare legale, firmando un contratto di compravendita o un contratto preliminare con il quale è obbligato a concludere un lavoro mediato, pagare al Mediatore una commissione di intermediazione, salvo diverso accordo,
se è espressamente contrattuato rimborsare al Mediatore i costi sostenuti durante la mediazione che non eccedono i normali costi di mediazione,
informare per iscritto il Mediatore di tutti i cambiamenti importanti effettuati per l´attività di mediazione, e in particolare i cambiamenti associati alla proprietà del bene.

Il Mandante NON È obbligato ad assistere alle trattative per la mediazione richiesta, e neanche a concludere il negozio giuridico, la disposizione del contratto dove è contrattuato diferentemente, è nulla. Il Mandante sarà responsabile dei danni se non ha agito in buona fede, se ha agito in modo fraudolento, se ha trattenuto o fornito informazioni errate rilevanti per la mediazione tutto alla fine di concludere la transazione. Il Mandante è responsabile dei danni in caso di comportamento intenzionale o estremamente imprudente verso il mediatore o verso terzi con quali è introdotto in contatto tramite il Mediatore. Nel caso sopra menzionato il Mandante è in obbligato a pagare le spese sostenute durante la mediazione, che non possono essere superiori alla la percentuale accordata per il lavoro mediato.

7. Realizzazione del diritto alla commissione di mediazione

Il mediatore acquisisce il diritto alla commissione di mediazione per intero al momento della conclusione dell'attività mediata, ossia al momento della sottoscrizione del precontratto o contratto.

La commissione di mediazione viene pagata al Mediatore nello stesso momento o immediatamente dopo la conclusione della transazione legale per la quale Mediatore ha mediato, cioè al momento della sottoscrizione del precontratto o contratto delle due parti contraenti.

Se il Mandante rinuncia durante la conclusione del lavoro mediato, dovrà pagare i reali costi per il tempo investito, la pubblicità e le altre spese, il tutto in base alla tariffa di mediazione.

Il Mandate è in obbligo di pagare la commissione anche quando con la persona quale è introdotta in contatto tramite il Mediatore ha concluso un lavoro legale diverso da quello per cui è inoltrato, che è dello stesso valore della transazione legale, vale a dire raggiungere lo stesso scopo dell'attività legale mediata.

Il Mediatore ha diritto a alla commissione di mediazione se il coniuge o il convivente, il discendente o il genitore del Mandante conclude una affare legale mediato con la persona con cui il Mediatore ha collegato con il Mandante.

Il Mediatore ha diritto alla commissione di mediazione anche quando non è esplicitamente concordato nel contratto di mediazione. Il Mediatore non ha il diritto alla commissione di mediazione se con il Mandante come parte contraente conclude un contratto che è stato oggetto di mediazione o se tale contratto con il Mandante è concluso da un agente che il Mediatore svolge attività di mediazione.

8. Importo della commissione

Al Mediatore per la mediazione effettuata al momento della compravendita, la sostituzione, la locazione o l'affitto di beni immobili appartiene la commissione di mediazione.

Il Mediatore è obbligato ad addebitare un compenso per il suo lavoro determinato nel contratto di mediazione, ovvero il Mediatore non è autorizzato a ottenere il lavoro fornendo servizi di mediazione senza addebitare la commissione di mediazione.

L'importo della commissione di mediazione per la mediazione della compravendita, la sostituzione, la locazione o l'affitto di beni immobili viene addebitato in conformità con il listino prezzi delle commissioni di mediazione delle Associazioni immobiliari della Camera di commercio croata, che è parte integrante delle presenti condizioni generali.
Se il Mandante offre al Mediatore una commissione superiore all'importo concordato, il Mediatore può ricevere tale premio, ma a condizione che non sia sproporzionato rispetto ai suoi servizi, al risultato del suo lavoro e lo stato patrimoniale del Mandante.

Il listino prezzi è evidenziato in un luogo visibile e accessibile nello spazio commerciale del Mediatore e si applica a tutti i contratti, a meno che nel contratto individuale non è concordato diversamente.

Di seguito elencate percentuali si pagano come commissione di mediazione e su di esse si calcola l'IVA.

8.1. Acquisto

Al momento dell'acquisto di immobili la commissione di mediazione è pari al 3% dal prezzo di acquisto immobiliare raggiunto ma non inferiore a 1.000 EUR al tasso di cambio medio della Banca Nazionale Croata il giorno del pagamento.

Col Mandante con cui abbiamo un contratto di mediazione esclusivo, addebitiamo in base all'importo contrattato e menzionato nello stesso.

8.2. Vendita

Al momento di vendita di immobili la commissione di mediazione è pari al 3% dal prezzo di acquisto immobiliare raggiunto ma non inferiore a 1.000 EUR al tasso di cambio medio della Banca Nazionale Croata il giorno del pagamento.

Col Mandante con cui abbiamo un contratto di mediazione esclusivo, addebitiamo in base all'importo contrattato e menzionato nello stesso.

8.3 Sostituzione

Al momento di sostituzione di immobili la commissione di mediazione è pari al 3%, ma non inferiore a 1.000 EUR al tasso di cambio medio della Banca Nazionale Croata il giorno del pagamento e viene addebitata da entrambe le parti in cambio e la percentuale è calcolata dal valore della proprietà la quale ha acquisitato la parte contrattuale.

8.4 Affitto e locazione

Nel contratto di affitto / locazione, una percentuale del canone mensile viene addebitata come segue:

Commissione da parte del locatore:

75% minimo
100% per affitto o locazione di 12-59 mesi
150% per affitto o locazione di 60 mesi (5 anni) e più.

Commissione da parte dei affittuari e locatari:

75% minimo
100% minimo per locazione
100% per affitto o locazione di 12-59 mesi
150% per affitto o locazione di 60 mesi (5 anni) e più.

8.5 L'importo della intermediazione oraria

L'importo della intermediazione oraria con costi inclusi (tempo impiegato, lavoro e pubblicità e altri costi relativi al lavoro mediato) è 250 kn.

8.6. Costi i quali non sono inclusi nella commissione di mediazione

I seguenti costi non sono inclusi nella commissione di mediazione:

- il costo delle spese amministrative o giudiziarie sostenute al fine di ottenere la necessaria documentazione relativa alla proprietà e che sono un prerequisito per mettere la proprietà sul mercato,
- registrazione dei diritti di proprietà nel registro fondiario,
- la preparazione di contratti necessari per la conclusione di un contratto mediato (pre-contratto, contratto, ecc.).

9. Collaborazione con altre agenzie - Mediatori

Agenzia "Experience Real Estate" j.d.o.o. è pronta a collaborare con altre agenzie di intermediazione immobiliare che rispettano i principi etici fondamentali. Che esclude la divulgazione di dati falsi tutto a scopo di ottenere il lavoro e clienti, sminuire le altre agenzie in qualsiasi modo per ottenere il lavoro e clienti, stime non realistiche di immobili allo scopo di ottenere la mediazione e l'esclusione di altre agenzie dal mercato, acedere ai mezzi di informazione con l'intento di promozione personale e a scapito di altre agenzie.

10. Interruzione del contratto

Il contratto di mediazione si stipula per un periodo di 12 mesi e cesserà allo scadere del periodo per il quale è concluso se nessun contratto per il quale è mediato è stato concluso entro tale termine, o per iscritto dall'annullamento di una delle parti contraenti. Il periodo di preavviso è di 30 giorni dal ricevimento dell'annullamento.

Le parti possono recedere dal contratto di mediazione immobiliare prima della scadenza del termine concordato solo per una ragione particolarmente giustificata. In questo caso, il Mandante è tenuto a risarcire al Mediatore i costi sostenuti.

Se entro un periodo non superiore alla durata del contratto di mediazione dopo la cessazione del presente contratto, il Mandante conclude una transazione legale che è principalmente il risultato del Mediatore prima della scadenza del contratto di mediazione, è obbligato a pagare al Mediatore l'intera commissione di mediazione.

Il Mediatore e il Mandante accettano che con la sacadenza della durata contrattuale concordata rinnovino il Contratto di mediazione per lo stesso termine, se nessuna delle parti ha precedentemente annullamento il contratto per iscritto.

Quando il Contratto di mediazione scade a causa della scadenza del termine, il Mandante è obbligato a risarcire al Mediatore i costi sostenuti per i quali è stato espressamente contrattato che il Mandante li paga in modo specifico.

11. Disposizioni generali e risoluzione delle controversie

Sui rapporti tra il Mandante e il Mediatore che rientrano dal Contratto di mediazione che non sono regolati dalle presenti Condizioni Generali o con il Contratto di mediazione, si applicano le disposizioni della Legge sulla mediazione nelle transazioni immobiliari e la Legge sulle rapporti obbligati.

In caso di controversia che dovesse insorgere tra il Mandante e il Mediatore, e il quale non potesse essere risolto di comune accordo, è responsabile il Tribunale municipale di Pola, Servizio permanente a Parenzo, se non diversamente concordato.

A Višnjan, il 6 novembre 2013.

"Experience Real Estate" j.d.o.o. - Agenzia per l'intermediazione immobiliare - Farini 1, Višnjan 52463, OIB: 48625067544, in base alla decisione del Ministero dell'economia, del lavoro e dell'imprenditorialità, è un'agenzia autorizzata per l'intermediazione immobiliare, e la decisione è rilasciata evidenziata Classe: UP / I-330-01 / 13-01 / 273, URBROJ: 526-04-01-01 / 4-13-2, e registrato nel registro degli intermediari immobiliari nella Repubblica di Croazia, registro tenuto dalla Camera di commercio croata.

"Experience Real Estate" j.d.o.o.